Wine Club: come crearne uno di successo - Wine Suite Academy

Wine Club: come crearne uno di successo

6 minuti

Come si crea un Wine Club di successo? A cosa serve avere una community del vino legata al tuo brand

Oggi introdurremmo lo strumento del Wine Club spiegando cos’è, come funziona, quali sono i vantaggi nel crearne uno e come nel tempo può far crescere il tuo business, portando la cantina Pfitscher come caso di successo. 

1. Wine Club: cos’è e a cosa serve 

wine club: accesso a eventi e promo esclusive

Il fenomeno del Wine Club nasce negli Stati Uniti dalla geniale idea di un farmacista armeno appassionato di vino. Fonda il Palos Verdes Wine and Spirits che in poco tempo diventa una delle migliori enoteche della sua zona. 

Non riuscendo però a gestire contemporaneamente le due attività, come venditore di vino e anche come farmacista, decide di vendere vino per corrispondenza. Spedisce così 2 bottiglie di vino al mese a casa dei suoi clienti. In questo modo non solo risparmiava tempo ma riusciva a mantenere i rapporti con i suoi clienti.

Quello del Club del vino è un business che da qualche tempo ha conquistato anche le cantine italiane e che si è diffuso notevolmente durante il periodo legato alla pandemia da Covid-19.

Fondamentalmente il wine club è il luogo di accesso ad un mondo esclusivo, una sorta di circolo che raggruppa e unisce i wine lovers.

2. Perché creare un Wine Club 

wine club per cantine: creare un rapporto di lunga durata con i clienti per fidelizzarli ed incrementare le vendite

L’obiettivo è quello di costruire un rapporto sempre più diretto tra produttore ed appassionato di vino. Quando si parla di Club del vino si fa riferimento ad una vera e propria community di persone che condividono la stessa passione.

Forse ti starai domandando “Perché è importante creare una relazione con i propri clienti?” La risposta è perché in questo modo si alimenta un dialogo, si propongono offerte personalizzate e si giunge a fidelizzare il cliente. 

E un cliente fedele può arrivare a spendere anche 10 volte di più rispetto ad un cliente nuovo. 

Tutto questo fa parte di una strategia di vendita molto efficace in quanto ti consente di mantenere una relazione diretta con coloro che hanno già acquistato i tuoi prodotti permettendoti di incrementare le vendite direct-to-consumer

Creare una community del vino ti consentirà di rafforzare il tuo brand, fidelizzare i tuoi clienti e migliorare le performance dell’azienda. 

3. I vantaggi derivanti dell’avere un Wine Club

Secondo quanto evidenziato sopra, in sintesi con un club dedicato al vino potrai:

  • fidelizzare i clienti mantenendo una relazione con loro tramite contenuti personalizzati
  • stimolare la propensione all’acquisto
  • incrementare le vendite direct-to-consumer
  • avere un pieno controllo della customer experience (come gli utenti percepiscono l’interazione con il produttore)
  • comunicare efficacemente la tua brand identity

4. Come diminuire la percentuale di disiscrizione

organizzare eventi esclusivi in cantina per gli iscritti alla community del vivo

Tutti coloro che si iscrivono al tuo wine club si aspettano di ricevere alcuni servizi essenziali. Vediamo quali non possono mancare.

  • Incentivi sulle spedizioni

Prevedi degli incentivi sulle spedizioni. Piuttosto che puntare sugli sconti che potrebbero sminuire il valore del tuo vino, incentivane l’acquisto con spedizioni locali gratuite. Questo aumenterà il numero di acquisti effettuati in un anno.

  • Regalo bonus per eventi speciali

Spedisci dei regali in omaggio in occasione di eventi speciali legati al cliente come il suo compleanno. Non preoccuparti, non dovrai appuntarti tutto su carta, tutte le informazioni verranno registrate all’interno del tuo CRM, che ti permetterà di personalizzare le mail.

  • Sale degustazioni dedicate solamente agli iscritti al wine club

Questo creerà negli iscritti un senso di esclusività e allo stesso tempo potrebbe destare curiosità negli altri visitatori che potrebbero domandare come accedere a quel tipo di servizio.

  • Eventi esclusivi

Gli eventi che puoi organizzare sono davvero tanti: dall‘intrattenimento con tour in vigna e concerti al food and wine con degustazioni d’annata e cene con lo chef o anche eventi competitivi come la degustazione alla cieca o la caccia al tesoro.

La cosa importante è che gli eventi siano ben organizzati, non importa il numero che realizzerai bensì la loro riuscita. Ponendo attenzione a questi aspetti, gli iscritti al wine club saranno soddisfatti del servizio diminuendo di molto la percentuale di disiscrizione.

5. Wine Club di successo: 3 consigli utili + 1

Sono 3 le caratteristiche di cui il tuo club del vino non può fare a meno:

  • Personalizzazione: consenti all’utente di personalizzare l’iscrizione al tuo wine club
  • Semplicità: fai in modo che gli utenti possano iscriversi con facilità chiedendo di inserire pochi dati ma importanti
  • Esclusività: fornisci agli iscritti al tuo wine club contenuti esclusivi, come testimonianze dei produttori, tour della cantina, recensioni sul vino.

Per costruire una community del vino e far sentire gli iscritti parte della tua famiglia, la parola d’ordine è comunicazione. I membri del club vogliono del valore, vogliono ricevere tue notizie. 

Secondo uno studio di McKinsey, la tattica più efficace per rimanere in contatto con i membri del club è attraverso le newsletter, le quali risultano essere 40 volte più efficaci rispetto ai social media quando si tratta di conversioni.

Anche qui non punteremo sulla quantità di email inviate, bensì sulla qualità. La personalizzazione delle mail infatti aumenterà il tasso di apertura dal 30 al 40% e ti permetterà di costruire un rapporto unico e duraturo con i clienti.

6. Le tipologie di Wine Club

Esistono principalmente 2 tipologie:

  • Iscrizione senza pagamento
  • Abbonamento con programma Loyalty 

La prima tipologia prevede un’iscrizione senza alcun pagamento al momento dell’iscrizione che garantisce l’accesso a servizi esclusivi come promozioni dedicate, contenuti esclusivi, eventi riservati etc. 

La seconda invece permette di ricevere una serie di benefit a seconda della fascia in cui si è posizionati (acquistando prodotti si accumulano punti, salendo di fascia e accedendo a servizi sempre più esclusivi)

Diversi sono i Software che ti permettono di implementare lo strumento del wine club offrendoti diverse funzionalità. Il Wine Suite di Divinea ti consente non solo di creare il wine club, ma anche di gestire l’aspetto legato alle esperienze enoturistiche, al marketing e alle vendite con un unico strumento.

7. La cantina Pfitscher e la community del vino

pfitscher: esempio di successo di wine club

Una cantina che ha creduto nelle potenzialità del Wine Club è la cantina Pfitscher. I produttori hanno scelto di creare un filo diretto e privilegiato tra loro e i loro clienti più affezionati. 

Condizioni esclusive, privilegi, personalizzazioni, spedizioni, anteprime ed eventi sono solo alcuni dei servizi e dei privilegi pensati per rendere il club una realtà che mette al centro di tutto il socio e la sua passione.

Dall’implementazione del Pfitscher Wine Club, sono stati registrati oltre 260 iscritti e venduti più di 300 prodotti nel giro di pochi mesi. 

Di seguito ti lasciamo la testimonianza di Daniel Pfitscher per ascoltare le sue parole.

Non hai ancora una community del vino? Scegli di incrementare le vendite e costruire una community fedele.

scarica il Report Enoturismo e Vendite Direct-to-consumer 2022